LuceGrigia

torna alle Mostre Perugia 2012

Punctum

Punctum è un progetto nato dall’intreccio tra fotografia e salute mentale ed è  rivolto a chi, per esperienze di vita, ha difficoltà a comunicare la propria condizione di essere umano.

Il progetto è stato ideato e curato dal fotografo Antonello Turchetti con la collaborazione dell’operatrice della riabilitazione psico-sociale della Cooperativa Sociale BorgoRete SilviaFedon ed è stato promosso e sostenuto da BorgoRete e dalla Provincia di Perugia (Assessorato alle Politiche Culturali).

Gli autori di queste foto hanno compiuto questo piccolo grande prodigio: narrare di sé ad un mondo che forse li ha persi di vista,. Offrendo un quadro originale della realtà che tutti condividiamo.

“La sostanza di queste foto è molto forte, ed è forte la mancanza di volontà di essere fotografo. La ricerca inizia ed approda in un unico punto, essere un individuo.  Fotograficamente parlando, alcune di queste foto possono coabitare con quelle di Nan Goldin” (Samuele Bianchi – fotografiasociale.org)

 

 

Punctum  is a project which was born from an encounter between photography and mental health. Punctum is intended for individuals whose life experiences have made it difficult for them to communicate their condition as human beings. The project has been created and developed by photographer Antonello Turchetti with the collaboration of Silvia Fedon, a psychosocial rehabilitation worker in the Cooperativa Sociale BorgoRete. It is promoted and supported by BorgoRete and the provincial administration of  Perugia (Cultural Policies Department).

The result was a bit of a miracle. The authors of the pictures have been able to speak about themselves to a world that perhaps has forgotten them by offering an original image of a reality we all share. 

The essence of these pictures is extremely powerful, as powerful as the lack of desire to be portrayed. The research begins and ends in the same point: being an individual. From a photographic perspective, some of these pictures recall those of Nan Goldin”  (Samuele Bianchi – fotografiasociale.org)

 

www.lucegrigia.org