Mission

Raccontare, denunciare, aprire le coscienze tramite una immagine, un dettaglio: è questo che rende la fotografia sociale uno straordinario mezzo di comunicazione.

Due le declinazioni di fotografia sociale alla base della manifestazione: fotografia intesa come denuncia e riflessione e fotografia come terapia, come mezzo per dare voce a chi spesso viene dimenticato dalla nostra società, per raccontare storie spesso ignorate ma che necessitano di essere portate alla luce e condivise, per spingere a riflettere sulla necessità di un cambiamento sociale.

Con le due edizioni, quella di Pombino in Toscana a maggio, e quella di Perugia in Umbria a novembre, il Social Photo Fest vuole essere un punto di riferimento, di dialogo e opportunità di apprendimento di una materia, la fotografia terapeutica/fototerapia, in continua evoluzione ma il cui materiale si fa fatica a rintracciare.

Il Social Photo Fest si apre ad esperti del settore ma anche a coloro che muovono i primi passi nella fotografia terapeutica, per condividere esperienze ed elaborare strategie di lavoro condivise.

 

 

 

Narrating, exploring, reporting, opening minds through an image, a detail: this is what makes photography an extraordinary means of social communication.

Two facets of social photography at the basis of the event: photography as social report and reflection and photography as therapy, a powerful tool to give voice to those often forgotten by our society, to tell stories usually untold but that need to be brought to light and shared to inspire reflection and consideration on the need of a social change.

With the two Editions, in Piombino (Tuscany) in May and Perugia (Umbria) in November, the Social Photo Fest wants to be a point of contact, dialogue, learning opportunity of a subject, the therapeutic photography/phototherapy, that is rapidly evolving but whose products are hard to be found. Indeed, the need of networking all realities focussing on this subject is strong and vital.

The Social Photo Fest is open not only to experts in the field of phototherapy but to everyone who wants to move towards the subject, to share experiences and elaborate common strategies and approaches.